Operto Fiorella

Operto Fiorella

Condividi

Vice-presidente della Scuola di Robotica (Genova), che ha contribuito a fondare nel 2000.

Nata in una famiglia di insegnanti e studiosi, dai genitori ha imparato ad amare le discipline sia scientifiche sia umanistiche.

Dopo gli studi in filosofia, ha collaborato con una casa editrice di Washington, DC. In Italia, ha collaborato alla nascita di una collana di libri di divulgazione scientifica (I Dialoghi, Di Renzo Editore), cui primo libro è stato “Una vita tra le stelle” di Margherita Hack. Ha acquisito un’esperienza specifica nella divulgazione scientifica, lavorando in collaborazione con laboratori scientifici e centri di ricerca in Europa e negli Stati Uniti, partendo dal presupposto che la ricerca scientifica e la divulgazione della conoscenza scientifica debbano andare di pari passo. La sua attività è incentrata sull’introduzione di nuovi mezzi per comunicare le scoperte e le ipotesi scientifiche a un pubblico di lettori non specializzati, utilizzando ogni forma di comunicazione (romanzi, teatro, film, documentari, musica, video) pur mantenendo le informazioni accurate e precise.

Nel 2000 Operto ha collaborato con il Reparto Robotica del Consiglio Nazionale per la Ricerca per promuovere la conoscenza e la comprensione della nuova scienza robotica. Ha collaborato alle campagne antartiche e artiche del robot marino Romeo (CNR, Robtlab, 2000-2002).

La Scuola di Robotica è diventata un punto di riferimento nazionale e internazionale per molte attività di ricerca e applicazione nel settore robotica&società, in quello della robotica nella didattica e nel campo della comunicazione della scienza e tecnologia.

Nel 2004 ha collaborato con il robotico Gianmarco Veruggio nello sviluppo e promozione dell’idea originale della Roboetica, ovvero di un’etica applica che disciplini la progettazione, produzione e uso di robot avanzati.

Nel gennaio del 2004 ha contribuito all’organizzazione del Primo Simposio Internazionale “Roboetica: gli aspetti etici, sociali, umanitari ed ecologici della Robotica” (Sanremo, Villa Nobel, 2004).

Nel 2006 ha partecipato alla stesura della prima Roadmap sulla Roboetica (Atelier sulla Roboetica di Euron, Genova,)

Nel 2008 porta in Italia il progetto Roberta, Le ragazze scoprono i robot, dedicato a impiegare la robotica educativa per promuovere competenze STEM presso le bambine e ragazze. Da allora, il progetto è stato adottato non solo da Scuola di Robotica, da molte scuole e fondazioni educative.

Nel 2008 ha ricevuto il Blackberry Awards come Tecnovisionaria, per il Progetto Roberta.

Operto è responsabile della euRobotics Week per l’Italia; è membro dell’High Level Advisory Board della European Center for Women and Technology; è vicepresidente dell’Associazione “Passato e Futuro”, dedicata alla ricerca sull’emigrazione italiana negli Stati Uniti.

Parla correntemente francese e inglese, comprende lo spagnolo e il tedesco. Ha iniziato a studiare il cinese mandarino.

Ama studiare le lingue, il trekking e lo yoga.

Ha partecipato a

  • 2018 - Brain+